Manutenzione ordinaria della caldaia: 7 motivi per cui è importante farla

 In Manutenzione caldaia

Per chi non lo sapesse, la manutenzione ordinaria della caldaia consiste in quegli interventi programmati che vengono effettuati anche se non si presentano guasti o anomalie degne di nota nell’apparecchio. 

La manutenzione straordinaria, invece, consiste in tutti quegli interventi in cui il tecnico viene chiamato a causa di rotture, guasti, accensione di spie e malfunzionamenti di ogni genere.

In entrambi i casi, comunque, il tecnico deve segnare quanto è stato fatto nel libretto Unico d’impianto.

Quando va fatta? Cosa dice la legge.

La manutenzione della caldaia va eseguita periodicamente in base alle istruzioni del produttore della caldaia o, in assenza di esse, in base alle istruzioni del manutentore che vengono riportate sul libretto d’impianto.

La prova fumi invece va eseguita per Legge ogni due anni

Nello specifico, il controllo va effettuato ogni 2 anni per:

  •       caldaie con potenza superiore a 10 kW e inferiore a 100 kW, a combustibile liquido o solido;
  •       caldaie con potenza superiore a 100 kW funzionanti a GPL o gas metano

Il periodo di stacco tra i due controlli si allunga a 4 anni per le caldaie con potenza superiore a 10 kW e inferiore a 100 kW che usano come combustibile il metano o il GPL, mentre si accorcia a 1 anno per gli impianti termici aventi una potenza superiore ai 100 kW a combustibile liquido o solido.

 

 

Perché è importante eseguire periodicamente la manutenzione della caldaia?

 

Una caldaia pulita e ben controllata consente di ridurre i consumi grazie ad un aumento del suo rendimento, dal momento che il calore prodotto dalla combustione riesce a riscaldare meglio senza trovare ostacoli che possano compromettere lo scambio termico; la sporcizia inoltre a lungo andare può creare una sorta di “tappoper il passaggio dei fumi, del calore e della fiamma.

Oltre che alla pulizia dello scambiatore, la revisione periodica della caldaia comprende anche il controllo di tutti gli altri componenti che permettono il corretto funzionamento dell’impianto, come ad esempio gli organi di sicurezza che bloccano la caldaia in caso di malfunzionamento

La manutenzione annuale è necessaria per scongiurare diversi rischi sia per la nostra salute che per l’ambiente. Uno dei rischi principali è la fuoriuscita di gas (nel caso di impianti alimentati a metano o gpl) con conseguente scoppio oltre alla perdita dei prodotti di combustione, qui invece il rischio è di intossicazione.

 

7 buoni motivi per far controllare la tua caldaia

 La corretta manutenzione della caldaia ci consente quindi di:

  1.     Evitare cortocircuiti della rete elettrica;
  2.     Impedire eventuali fughe di gas, che potrebbero provocare esplosioni;
  3.     Scongiurare, accumulo di monossido di carbonio, che potrebbe provocare intossicazioni;
  4.     Scongiurare guasti e disfunzioni che potrebbero portare ad anomalie pericolose;
  5.     Diminuire l’inquinamento;
  6.     Risparmiare energia (e, di conseguenza, pagare bollette meno salate);
  7.     Far funzionare la caldaia in modo efficiente e sicuro.

 

Controlla la tua caldaia

In Questo Modo

Proteggerai Te e i Tuoi Cari 

Rispettando l’Ambiente

 

Post suggeriti